25 ottobre 2014 · Ultime notizie:

San Raffaele, intervengano le istituzioni

Irccs San Raffaele Pisana

Irccs San Raffaele Pisana

Il caso San Raffaele-Tosinvest scuote il Lazio. A partire dai sindacati. Il segretario regionale dell’Ugl Antonio Cuozzo: «La gravità delle minacce non smentite dal gruppo Tosinvest impongono un coinvolgimento di tutte le istituzioni». Roberto Chierchia, responsabile sanità della Cisl Funzione Pubblica: «La chiusura delle cliniche è un atto irresponsabile. A tale atto devono rispondere con urgenza le autorità competenti, con in testa le Prefetture, i sindaci dei territori interessati e la Regione ai quali è demandata la responsabiltà sulle erogazione dei servizi sanitari essenziali». Dal Campidoglio il vicesindaco Sveva Belviso, Pdl: «La crisi se la prende con le fragilità. Questo Paese se la sta prendendo con la spesa sanitaria, sicuramente colpevole di gravi inefficienze a cui bisogna metter rimedio, ma stiamo andando a toccare le fragilità, con il taglio dei posti letto, in strutture di eccellenza come il San Raffaele». Dal Pd, il capogruppo Esterino Montino chiede di fare il possibile per evitare il caos: «Si trovi una soluzione capace di tamponare la crisi e la Regione lasci da parte una ingiustificata permalosità. La vicenda della Tosinvest è gravissima ma l’assessorato sanità provi a risolvere la vicenda. Tosinvest eviti di gettare in allarme nel pieno della pausa estiva famiglie e lavoratori, anche perché non si esce dal sistema sanitario regionale con una semplice comunicazione di servizio». Attacca il Comitato difesa San Raffaele: «Presidente Polverini interrompa le ferie e quelle dei suoi dirigenti. Venga immediatamente in soccorso dei cittadini».

Commenta

*