21 dicembre 2014 · Ultime notizie:

Ponte della Musica, doghe e assi di legno fallate

Ponte della Musica

Ponte della Musica

Era stata prevista per domani mattina, ma slitterà al 31 maggio. L’inaugurazione del Ponte della Musica, che collegherà l’Auditorium, il teatro Olimpico e lo stadio, si fa attendere, causa una serie di doghe e assi di legno fallate. «Abbiamo il dovere di consegnare ai cittadini solo opere che funzionano – ha dichiarato il sindaco Gianni Alemanno – per questa struttura abbiamo dovuto risolvere molti problemi tecnici e finanziari». È la seconda volta che l’evento salta. Il 21 aprile l’inaugurazione venne rinviata perché, come dichiarato dall’assessore all’Urbanistica Marco Corsini, «gli impegni erano così concentrati, che avremmo riservato a quell’evento uno spazio inadeguato». Oggi invece il problema sembra non dipendere dall’amministrazione. Ciò nonostante, il doppio rinvio della giunta Alemanno apre la strada alle polemiche. «Questa inaugurazione sta assumendo contorni tragicomici – afferma il segretario capitolino del Pd, Marco Miccoli – inoltre l’opera è figlia delle precedenti giunte, come la stazione Tiburtina, Tor Vergata e la nuvola di Fuksas, tutte ideate e finanziate dal centrosinistra». Ma la risposta arriva pronta: «Ha ragione il Pd – ammette il deputato del Pdl, Marco Marsilio – il Ponte della Musica è stato programmato e progettato da Veltroni, ma talmente male che sarebbe stato meglio fermarsi e ripartire daccapo». E ancora: «E’ l’ennesimo flop di Alemanno e della sua giunta – tuona Dario Nanni, del Pd – ce la faranno per il 31 maggio?». Restano i numeri inerenti l’opera: lungo 190 metri, con due archi dalla luce di 160 metri, il Ponte della Musica è costato ai cittadini romani ben 8 milioni di euro. di Roberta Casa

Commenta

*