25 ottobre 2014 · Ultime notizie:

Pomezia, indagato assessore all’Ambiente

Arma dei Carabinieri

Arma dei Carabinieri

Quattro ettari di terreno con vincolo paesaggistico e archeologico a Santa Procula a Pomezia. Un’area tagliata da un’antica strada romana sulla quale sono state realizzate importanti opere di urbanizzazione, tra cui strade e sistemi fognari. L’obiettivo, ospitare nuovi complessi edilizi. Nei guai sono finite 18 persone, tra cui l’assessore all’Ambiente del Comune di Pomezia, Pietro Toce, il consigliere comunale Renzo Antonini (agli arresti domiciliari) e alcuni funzionari dell’ufficio tecnico, oltre ai proprietari dei terreni al centro dell’inchiesta coordinata dalla procura di Velletri. Ventidue le abitazioni e gli uffici perquisiti all’alba appartenenti a politici e imprenditori della zona. Il reato contestato è lottizzazione abusiva, anche se i magistrati sospettano che dietro ci sia dell’altro. Secondo quanto ricostruito nelle indagini gli indagati avrebbero, a vario titolo, rilasciato permessi a ditte di cui sarebbero anche titolari. L’ennesima batosta sul Comune pomentino, dopo il clamoroso arresto a febbraio per corruzione del consigliere comunale Renzo Antonini (Pd), sorpreso dai carabinieri mentre accettava 2500 euro da un imprenditore. di R.Tag.

Commenta

*