22 agosto 2014 · Ultime notizie:

L’incidente a Massimina, l’area sarà monitorata

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

Malagrotta è una zona «stressata, delicata e compromessa dal punto di vista ambientale». Così la descrive il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti che ieri mattina ha compiuto un sopralluogo nella zona Massimina-Malagrotta dove sabato scorso un’autocisterna si è ribaltata rovesciando circa mille litri di gasolio in strada e su un tratto di 500 metri di un canale di scolo adiacente, il Rio Galeria. «Questo sopralluogo – ha spiegato Zingaretti – è un atto dovuto di attenzione nei confronti dei cittadini. C’è stato un incidente pochi giorni fa in questa zona, particolarmente esposta e delicata. Qui c’è una raffineria, un inceneritore di rifiuti farmaceutici e la discarica di Malagrotta. Era opportuno dare un segnale ai cittadini di presenza delle istituzioni».«La situazione ora è sotto controllo – ha assicurato Zingaretti – ma continuano i lavori per evitare che il petrolio raggiunga il Rio Galeria. L’incidente è un campanello d’allarme della situazione in cui versa questa zona». La Provincia di Roma investirà 3 milioni di euro per monitorare l’area di Massimina-Malagrotta, ha annunciato Zingaretti, «affinché si possa avere una mappatura e dei dati che scientificamente ci diano un quadro preciso dello stato del suolo, dell’acqua e dell’area di tutto il quadrante».

Per il presidente della Provincia le strade da seguire per «risanare» l’area portano tutte nella stessa direzione, ovvero una «rivoluzione ecologica». «Serve una netta riconversione della raffineria esistente – ha commentato – che non è più compatibile con la zona abitativa. Poi bisogna chiudere Malagrotta ed evitare che un’eventuale discarica provvisoria possa aprire nella zona. Infine il tema della rivoluzione ecologica che deve puntare su riciclo dei rifiuti porta a porta e su un nuovo modello di sviluppo dove non ci sarà spazio per le discariche». Per il presidente del Municipio XV, Gianni Paris, «qui c’è un livello di esasperazione molto alto perché, oltre ai dati sulla mortalità, ci sono i dati Ispra che dicono che in quest’area i livelli di inquinamento atmosferico sono 1.200 volte superiori alla media della città. Bisogna chiudere la discarica di Malagrotta – ha aggiunto Paris – e riqualificare la zona con un progetto di risanamento ambientale».

Commenta

*

http://alicefilm.com/ - http://alittleboysblog.net/ - http://brasssolutions.com/ - http://brunodunker.com/ - http://aoload.com/ - http://benidilusso.com/