27 novembre 2014 · Ultime notizie:

L’armadietto dei contatori? Un deposito di ombrelli

Un venditore ombrelli

Un venditore ombrelli

Bastano poche gocce di pioggia e immediatamente, nelle strade della Capitale, gli ambulanti incominciano a vendere ombrelli di tutti i colori e misure. Succede sempre, ogni qual volta le nuvole sorprendono cittadini e turisti. Ma come fanno i commercianti abusivi a trovare così velocemente decine e decine di ombrelli nuovi di zecca, se fino a poco prima splendeva il sole e nulla faceva pensare a un’imminente bufera? La spiegazione è semplice: gli ambulanti conservano la merce negli sportelli che contengono i contatori di luce, acqua e gas. Gli armadietti vengono forzati per poi essere utilizzati come deposito dal quale prelevare, all’occorrenza, ombrelli o altri piccoli oggetti da rifilare ai passanti in cambio di qualche euro: come documentato dall’obiettivo di Francesco Toiati, gli ambulanti si avvicinano ai magazzini improvvisati, aprono l’anta dello sportello e riforniscono i bustoni che poi portano in giro con loro, carichi di merce da vendere. Nelle strade della Capitale gli armadietti di servizio sono tantissimi e gli abusivi utilizzano quelli posizionati nei punti più trafficati della città, da Castel Sant’Angelo al Lungotevere, ma anche nei pressi delle stazioni metro e nei vicoletti del centro.

Commenta

*