19 settembre 2014 · Ultime notizie:

Incendio stazione Tiburtina, colpa di Acea

Roberto Castelli

Roberto Castelli

La stazione Tiburtina sta tornando lentamente alla normalità ma ora sono le polemiche a infiammare gli animi. Dal viceministro alle infrastrutture e trasporti, Roberto Castelli, è partita infatti ieri una pesante accusa di responsabilità verso Acea: «L’azienda potrebbe essere chiamata a rispondere dei danni perché in quelle ore è stata sospesa l’erogazione dell’acqua creando gravi difficoltà: è stato necessario infatti far arrivare le autobotti da fuori». Ma le responsabilità sono ancora tutte da verificare: «Castelli deve stare molto attento – ha replicato il sindaco Alemanno – non si può alludere a colpe che non esistono. Acea ha fatto tutto quello che doveva». Va avanti infatti il lavoro della Commissione d’inchiesta voluta dal ministro Altero Matteoli per le cause del disastro, con esito tra 60 giorni: «Non è esclusa l’ipotesi dolosa ma ora è assurdo rincorrere una tesi piuttosto che un’altra. La tesi del furto di rame ad esempio mi sembra un po’ curiosa». E intanto protestano anche i vigili del fuoco: «Per l’incendio a Tiburtina sono intervenuti 60 pompieri su 200 in servizio in tutta la provincia, non saremmo potuti intervenire su altre emergenze – hanno denunciato Cgil, Cisl e Uil – nell’organico mancano 400 vigili: ne abbiamo appena 1 per ogni 20mila abitanti. La società di trasporto capitolina ha inoltre sospeso il servizio antincendio nelle stazioni centrali della Metro». Intanto a Tiburtina il servizio migliora rispetto ai giorni scorsi: è stata ripristinata la corrente elettrica e con essa anche l’illuminazione, i tabelloni informativi sugli orari e le macchinette per i biglietti, sono stati riaperti anche l’ingresso principale e il sottopasso che collega i binari dei treni con la metropolitana.

Notizie correlate

Commenta

*

http://alicefilm.com/ - http://alittleboysblog.net/ - http://brasssolutions.com/ - http://brunodunker.com/ - http://aoload.com/ - http://benidilusso.com/