22 ottobre 2014 · Ultime notizie:

Discarica rifiuti, scegliamo subito un’alternativa

Gianni Alemanno

Gianni Alemanno

Il sindaco Gianni Alemanno respinge l’idea di una discarica a Monte Carnevale, inserita nella lista dei siti del ministero dell’Ambiente: «Monte Carnevale non si deve fare e non si farà. L’ho già detto, sono pronto a mettermi la fascia tricolore e a guidare le proteste. Credo ci siano altre alternative e siamo disponibili a qualsiasi ragionamento. Non diciamo no a tutto». L’ipotesi Pizzo del Prete, a Fiumicino? «Su Pizzo del Prete non c’è un no anche perché il sito non va al di fuori del territorio comunale». Alemanno guarda invece con favore allo stanziamento ipotizzato dal ministro Corrado Clini di dieci milioni di euro all’anno per tre anni per fare decollare la differenziata: «Con queste risorse è possibile arrivare al 50 per cento nel 2014». Ma c’è un problema: Clini ha spiegato che bisogna firmare l’accordo di programma nella sua interezza, non si può prenderne solo una parte e soprattutto devono firmare tutti gli enti locali. Ieri Nicola Zingaretti, presidente della Provincia, ha ricordato: «Non abbiamo problemi a sottoscrivere il patto proposto da Clini, purché in esso siano espliciti e chiari i compiti e le responsabilità di ciascuno dei sottoscrittori. Su Monte Carnevale c’è la posizione del Ministero della Difesa che esclude questa ipotesi, ma comunque ribadiamo la nostra ferma contrarietà a individuare soluzioni che insistono nell’area della Valle Galeria». Infine, c’è la mobilitazione dei cittadini della Valle Galleria. Mario Ungarelli, del «Popolo della Nebbia» ha ricordato: «Noi abbiamo una lunga serie di incubi quotidiani: le aree di Testa di Cane, Monti dell’Ortaccio, il degassificatore, l’inceneritore di rifiuti ospedalieri, le cave, Malagrotta uno e Malagrotta due, le falde inquinate». di M.Ev.

Commenta

*