20 aprile 2014 · Ultime notizie:

Decoro Roma, Alemanno incontra Ornaghi

Colosseo

Colosseo

L’incontro tra il sindaco e il ministro è durato un’ora circa. Sul tavolo il problema del decoro e della tutela di alcune zone del centro storico assediate da camion bar, artisti di strada, tavolini fuorilegge, pubblicità invadenti. Alemanno e Lorenzo Ornaghi hanno soltanto discusso su come affrontare il problema, senza prendere al momento alcuna decisione. «Ci siamo dati quindici giorni di tempo per definire una serie di misure necessarie a rafforzare i controlli e il decoro del centro storico», ha detto il sindaco lasciando la sede del ministero dei Beni culturali. Si è tratto dunque di «un incontro preliminare, una riunione interlocutoria», ha aggiunto Alemanno. La parola adesso passa ai tecnici del Mibac e del Campidoglio. Saranno loro ad entrare nel dettaglio dei problemi e a individuare le soluzioni. «Le riunioni tecniche dovranno accertare che tipo di interventi andare a fare», ha detto il sindaco. Le ipotesi sono: utilizzare le attuali norme applicandole con più rigore o prevedere un nuovo sistema di regole che possa garantire una maggiore tutela dei gioielli della Capitale. Se l’eventuale giro di vite si tradurrà in un decreto o in un disegno di legge è tutto da vedere. Gli esperti sono incaricati di passare in rassegna l’attuale legislazione in materia di tutela dei beni monumentali per capire se ci sono lacune o criticità. La prima domanda a cui dovranno rispondere è questa: gli strumenti di cui dispone oggi l’amministrazione sono in grado di assicurare il decoro nei luoghi più visitati e dunque più esposti al rischio degrado? A cominciare dal Colosseo di cui tanto s’è parlato in questi giorni per lo sfratto dei centurioni e l’assedio dei camion bar. L’emergenza riguarda non solo l’Anfiteatro Flavio ma tutto il centro storico di Roma. «Stiamo verificando tutte le ipotesi», ha aggiunto il sindaco al termine del colloquio. Tra quindici giorni, al termine dell’istruttoria dei tecnici, Alemanno e Oranghi torneranno a incontrarsi. «Sarà convocata anche la Regione», ha assicurato il sindaco.

Commenta

*