27 novembre 2014 · Ultime notizie:

Convento trasformato in condominio con atti falsificati

Erano riusciti a trasformare un convento nel cuore di Trastevere in 34 appartamenti di lusso grazie a false certificazioni e omissioni. I reati contestati alle 16 persone che ora rischiano di finire sotto processo sono corruzione aggravata, abuso d’ufficio, falso ideologico, nonché violazione delle leggi e regolamenti in materia edilizia. L’inchiesta, conclusa dal pm Maria Cordova, ha coinvolto l’ex direttore del IX dipartimento del Comune Francesco Febbraro e l’imprenditore Antonio Pulcini. Al centro dll’inchiesta c’è un antico convento abitato fino al 2004 dalle suore francescane alcantarine. Il complesso edilizio, di via della Cisterna, fu ceduto ad una società che avrebbe poi ottenuto, grazie all’intervento di Febbraro e di funzionari e ispettori dell’ufficio condono edilizio, una variazione del piano di ristrutturazione. L’imprenditore Pulcini avrebbe concesso a Febbraro, per la sua prestazione, un appartamento ad un prezzo inferiore all’effettivo valore. L’inchiesta coinvolge anche 5 dipendenti dell’ufficio condono edilizio che hanno istruito la pratica di sanatoria e condono, nonchè tre tecnici che hanno curato la dichiarazione di inizio lavori. di Eleonora Giovinazzo

Notizie correlate

Commenta

*