21 aprile 2014 · Ultime notizie:

Mondrian, da linee e colori all’armonia perfetta

Complesso del Vittoriano

Complesso del Vittoriano

«Piet Mondrian: piani, linee e colori puri creano… deserti di poesia e di bellezza» è il titolo della lezione che sarà curata da Arte in diretta (testi, immagini e filmati raccontano artisti e opere d’arte), domani, alle 18 alla Sala Verdi, all’interno del Complesso del Vittoriano (ingresso libero). In occasione della mostra «L’armonia perfetta», allestita nel Museo di via S. Pietro in Carcere, Fabiana Mendia, storica e critica d’arte, parlerà dello sviluppo artistico del pittore olandese, partendo dalla fase delle concezioni mistiche, legate alla Teosofia di Steiner, a cui faranno seguito le intense e affascinanti elaborazioni sull’esattezza della ragione e il rigore progettuale. Piet Mondrian (1872-1944), figlio di un calvinista ortodosso, auspica a una forma di contemplazione pura, intuitiva, lontana dalle limitazioni imposte dal tempo e dallo spazio. Nel 1908 Mondrian dipinge «Albero rosso» in cui emerge il processo mentale e formale che lo porterà all’astrazione, interpretata dal pittore come una scelta non di stilizzazione di motivi naturali, ma di rappresentazione dei rapporti tra le cose e il mondo, così come vengono elaborati dalla sua memoria. Antonio Merone, durante l’approfondimento, leggerà brani tratti da testi di: Mondrian, Seuphor, Ragghianti, Oud, Bucarelli. Conclude il filmato: «Quadrati di un’esposizione».

Notizie correlate

Commenta

*