26 luglio 2014 · Ultime notizie:

Alle radici dell’identità nazionale. Italia Nazione Culturale

Dipinti, sculture, documenti, libri antichi, fotografie, manufatti, mappe, cartine geografiche e video: le radici della nostra nazione civiltà nazionale. Complesso Monumentale del Vittoriano, Sala Zanardelli e Scalee, Ingresso piazza Ara Coeli, tel 06.69202049. Orario: dal lunedì al giovedì 9.30-18.30, venerdì, sabato e domenica 9.30-19.30. L’accesso è consentito fino a 45 minuti prima dell’orario di chiusura. Ingresso libero. Fino al 2 giugno. Attraverso oltre duecento opere tra dipinti, sculture, documenti, libri antichi, fotografie, manufatti, mappe, cartine geografiche e video, la mostra nasce con l’obiettivo di ricercare le radici della nostra nazione o, meglio ancora, della nostra “civiltà nazionale” intesa come sintesi millenaria di istanze culturali diverse. L’Unità d’Italia, ancor prima di essere realizzata dalle vicende risorgimentali, che contribuirono a formare lo Stato italiano, era di fatto unita sul piano culturale: una “Nazione delle Lettere”. Una nazione che aveva i suoi padri spirituali in Dante, Petrarca, Boccaccio per proseguire con Machiavelli, Ariosto, Tasso fino ad arrivare ad Alfieri, Foscolo, Leopardi e Manzoni. Questa Italia “delle Lettere” è rappresentata nella mostra utilizzando tipologie documentarie diverse: manoscritti e documenti autografi, libri a stampa – rare edizioni spesso recanti annotazioni a margine o raffinate illustrazioni – e dipinti che evocano i grandi uomini della cultura letteraria italiana del passato. Non tanto però con l’intento di soffermarsi sulla storia della lingua quanto per passare in rassegna due diverse funzioni della scrittura, intesa come modo di trasmettere le idee e come modo per documentare i fatti; la letteratura come documento e i documenti per la storia della letteratura. Il percorso espositivo vuole essere uno strumento di riflessione sui vari modi in cui la nostra letteratura si è interrogata sulle proprie radici che affondano nell’eredità del classico e che in un secondo momento ha visto nella religione e nella Chiesa un momento di diffusione e di conservazione del sapere.

Commenta

*

http://alicefilm.com/ - http://alittleboysblog.net/ - http://brasssolutions.com/ - http://brunodunker.com/ - http://aoload.com/ - http://benidilusso.com/