17 aprile 2014 · Ultime notizie:

Hunger

Hunger

Hunger

Esordio capolavoro del regista di Shame. Il soggetto è il lungo sciopero della fame che nel 1981 uccise Bobby Sands e altri 9 attivisti dell’Ira in un carcere irlandese. Ma il film scavalca le astrazioni della cronaca e si concentra sulla materia. Corpi martoriati, espedienti, vessazioni, celle lorde all’inverosimile (c’era lo «sciopero dello sporco»), vita quotidiana, anche dei poliziotti. «Volevo mostrare ciò che si vedeva, si ascoltava, si annusava e si toccava in carcere», dice McQueen. Ma fa molto di più. Ci porta in fondo alla testa e al cuore dei personaggi con uno script affilato come una lama e immagini belle e strazianti come una pala d’altare. Quel martirio ha trovato il suo pittore. Da non mancare.
Drammatico di Steve McQueen, con Michael Fassbender, Liam Cunningham, Stuart Graham, Brian Milligan, Liam McMahon

Commenta

*