21 dicembre 2014 · Ultime notizie:

CineCittà Studios, appello contro la cementificazione

CineCittà Studios

CineCittà Studios

«Nessuna speculazione» e «nessun esubero» a Cinecittà. Al culmine della tensione nella vertenza tra i vertici e i dipendenti dei mitici studi di posa, Cinecittà Studios spa (la società privata a partecipazione con il 20 per cento di partecipazione pubblica che gestisce il complesso dei teatri di posa romani) spiega a «clienti, mondo del cinema e cittadini di Roma», le ragioni del suo piano industriale, da settimane al centro delle polemiche anche politiche, con Pd, Idv, Prc e Sel schierati con le ragioni di sindacati e lavoratori. «Gli Studios sono un bene storico vincolato ed inviolabile e quindi non possono né saranno oggetto di alcuna speculazione». Intanto, gli autori italiani si appellano al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e al premier Mario Monti a sostegno del ruolo di Cinecittà e Istituto Luce e contro la «cementificazione» dell’area. Tra i primi firmatari, Gianni Amelio, Marco Bellocchio, Bernardo Bertolucci, Costantinos Costa Gavras, Ugo Gregoretti, Ken Loach, Citto Maselli, Franco Nero, Vanessa Redgrave, Pasquale Scimeca, Ettore Scola, Bertrand Tavernier, Giuseppe Tornatore. di R.Mar.

Commenta

*